fabiovander.blogspot.it

fabiovander.blogspot.it - Il blog di Fabio Vander - Email: fabio.vander@senato.it
DAY BY DAY

martedì 3 aprile 2018

Hic et nunc

Che fare qui e ora? Il politologo Antonio Floridia analizza lo stato della sinistra e del centrosinistra italiani e fa delle proposte.
Intanto l'analisi. La sconfitta alle elezioni del 4 marzo ha punito tanto il centrosinistra moderato, cioè il PD, quanto la sinistra di LEU. 
Le ragioni rimandano (esaustivamente) alla natura politica di questi soggetti.

La disfatta del PD, nota Floridia, non può essere spiegata solo con riferimento a Renzi (che semmai è conseguenza, non causa), richiama "la natura stessa di questo partito, diretta conseguenza di una tara genetica". Un partito nato per fusione di soggetti per loro natura alternativi: sinistra e centro democratico e costituito secondo un modello organizzativo improntato ad "una logica presidenzialistica e plebiscitaria, non da un regime interno di democrazia rappresentativa". Difetti di fondo protrattisi immancabilmente da Veltroni a Renzi che non potevano che portare ai risultati disastrosi, politici e di governo, cui hanno portato. Gli elettori il 4 marzo hanno consacrato questa analisi. 
Stando così le cose "il PD è un partito che può solo implodere" ovvero "raddrizzare questo partito 'sbagliato' è impossibile" appunto perché "il PD è prigioniero del suo impianto fondativo: una trappola mortale. E' un partito irriformabile".
Per questo, conclude giustamente Floridia, "ha davvero poco senso dividersi sui 'rapporti con il PD', su un nuovo 'centrosinistra', e discorsi simili".
La sinistra. LEU è stata pesantemente punita proprio perché ambigua sulla prospettiva. Perché una parte della lista (non proposta politica!) si illudeva ancora di poter avere un rapporto con un PD liberato da Renzi. Come se il problema fosse Renzi e non il PD come tale.
Per questo, dice Floridia, superata la fase di "totale afasia" post-voto la sinistra deve recuperare presto la voce e fare un adeguato "esercizio di immaginazione strategica".
Che significa: tanto una strategia per il paese quanto una nuova e credibile forma organizzativa per la sinistra italiana.
Perché, la inevitabile conclusione, "come che sia un partito della sinistra ci vuole, ci vorrebbe come l'aria".

Nessun commento:

Posta un commento